Login

 Richiesta precedente Richiesta successiva
RICHIESTA SERVIZIO PROFESSIONALE: Avvocato Richiedi un preventivo simile a questo  
Prestazione richiesta

Separazione giudiziale richiesta per avvocato (Richiesta CHIUSA)

Richiesta notaio, avvocato e commercialista

  
Descrizione

La sottoscritta richiede consulenza per avviare le pratiche per la separazione
giudiziale. Il matrimonio è avvenuto in data 07/05/2009
Ho deciso di chiedere la separazione poiché i rapporti con mio marito stanno
peggiorando per incompatibilità caratteriali e per problemi economici che
riguardano la sua famiglia.il 7/6/2013 è deceduto mio suocero.i miei suoceri
avevano contratto un'ipoteca sulla casa e numerosi finanziamenti che ora il
solo stipendio di mia cognata,più la pensione minima di mia suocera e quella di
reversibilità di mio suocero non bastano più per poter affrontare le numerose
spese.faccio presente che sia per l'ipoteca che per i finanziamenti non sono
state accettate le assicurazioni sulla vita che generalmente si stipulano una
volta avviate questo genere di pratiche.
Dal mio matrimonio è nato un bambino, che oggi ha 3 anni,e a fine novembre ne
arriverà un altro.il motivo principale per cui richiedo una consulenza è che
vorrei che i miei figli fossero affidati a me.La situazione è comunque un pò
più complicata in quanto per il lavoro a tempo indeterminato di mio marito
abbiamo dovuto trasferirci in veneto.noi in realtà siamo di roma.qui abbiamo
acquistato un appartamento.i miei genitori mi hanno dato 34000,00 euro di
caparra per bloccare la casa ed in più ci stanno facendo un bonifico mensile
fino ad arrivare ad un totale di 85000,00.dalla parte di mio marito per questa
casa non è mai uscito niente.ogni tanto ci regalavano qualcosa ma niente di
più.faccio presente che oltre ad avere l'obbligo di aiutare mia suocera e mia
cognata ,mio marito ed io abbiamo entrambi gli stipendi impegnati con cessioni
del quinto.una di queste l'ho presa di nascosto da mio marito e quando se ne è
accorto si è arrabbiato tantissimo ma è stato in grado di perdonarmi anche
perchè la rata mensile di 260 euro per questo mio errore la stanno pagando i
miei genitori,che sono sempre stati accusati da mio marito e dai miei suoceri
di essere stati cattivi nei loro confronti e di non aver mai accettato emanuele.
La questione della separazione è stata affrontata più volte con mio marito ma
effettivamente non abbiamo mai avuto il coraggio di avviare le pratiche perchè
siamo sempre stati in grado di trovare un punto d'incontro.Ora io sono arrivata
al punto in cui non ce la faccio più.da quando il padre è morto si occupa
solamente della madre e della sorella.dà i soldi per pagare le loro bollette e
noi abbiamo un ritardo nelle nostre di circa un mese.si è detto intenzionato a
non voler pagare più il condominio a costo di farsi levare questa
casa...grazie..la stanno pagando i miei genitori...a lui cosa gliene
importa.faccio comunque presente che per mia testardaggine ho voluto la
comunione dei beni e la cointestazione della casa seppure mio padre mi avesse
sconsigliato di farlo conoscendo le condizioni precarie della famiglia di mio
marito.in più l'altro giorno c'è stata una brutta discussione in quanto stavo
chattando con una mia amica per sfogarmi un pò e me ne sono uscita con degli
insulti sulla madre e la sorella.lui non ci ha più visto.mi avrebbe ammazzata
.ha detto che il matrimonio ormai è finito e che vuole 85000,00 per la
casa.sarebbe la metà precisa di quanto l'abbiamo pagata.io gli ho proprio detto
che nopn gli darò nulla visto che da parte sua non è stato messo niente e mi ha
addirittura minacciato di farla pagare a mio padre puntandogli una pistola in
fronte copme sarebbe tornato a roma.per lui mi sono trasferita e abbiamo deciso
di farci una vita qui.ci sono deiservizi meravigliosi e sono certa che per il
bene dei miei figli che si vivrebbe molto meglio qui che a roma.io avrei
l'aiuto costante dei miei genitori anche per il mantenimento dei nipoti.è per
questo che da quell'ingrato non voglio nemmeno il mantenimento.che spendesse
tutti i suoi soldi per aiutare la madre e la sorella.
io ho intenzione di rinunciare al mio trasferimento pur di far vivere in un
posto migliore i miei figli.dopotutto la casa l'abbiamo comprata.so che con il
mio solo stipendio non riuscirei ad andare avanti a causa di tutti i
finanziamenti che ho.sta di fatto che i miei genitori devono vendere due case e
mi darebbero i soldi necessari per levare ogni impegno economico compreso i
soldi necessari per estinguere il mutuo.dopo di che riuscirei tranquillamente
ad andare avanti col mio stipendio e l'aiuto,ripeto costante,dei miei genitori
per farli crescere senza alcuna rinuncia.dalla parte di mio marito questa
tranquillità economica non potrebbe e nonpotrà mai esserci.non tanto per lui
quanto per la madre e la sorella
la sede di separazione è meduna di livenza in provincia di treviso

Località/provincia
Meduna di livenza - Treviso
Data esecuzione
12/31/2013


Sono un nuovo utente che ha la necessità di inserire una richiesta di preventivo

 



 Richiesta precedente Richiesta successiva


Richieste correlate: Avvocato per avvio pratiche per la separazione consensuale dopo 10 anni di matrimonio Preventivo per avvocato per pratica di recupero credito Consulenza per contratto di acquisto immobiliare MIlano e azione legale per una riduzione del prezzo pattuito a causa del ritardo di consegna Arresti domiciliari richiesta per l'onorario dell'avvocato Avvocato legale per recupero proprietà ipotecata

Partners:

Professione casa   casa da vendere
 CHI SIAMO : SERVIZI : CONDIZIONI D'USO : NOTE LEGALI : PAGAMENTI : CONTATTACI : LINK UTILI  : WWW.TROVANOTAIO.IT : WWW.TROVACOMMERCIALISTA.IT : WWW.TROVAAVVOCATO.IT : MAPPA DEL SITO  :  COOKIE PRIVACY
© 2008 - 2016 TROVA NOTAI/AVVOCATI/COMMERCIALISTI  All rights reserved.
Cambiolavoro S.r.l. P.IVA e Codice Fiscale: 13282090151
spazio
Home Page